SATURDAY 25TH

MENU

CAST

PARTNERS

 A TRIP TO THE MOON 

In-dirigible towards the moon!

Wear you space suit!

Action the burner!

Free the ballasts!

The Aerostat leaving for the moon, brace yourself!

If our universe has a 98 billion light years diameter, and if it is not the unique possible universe, we can assume that we can get easily to the moon, as her distance is just 384.400km distance from the heart, with a spaceship. For breathing, obviously, mechanical device is highly recommended.

A high dose of insane madness, obviously, is highly recommended.

Where are we, standing and living in an ancient city built on the water of the Mare Nostrum, could this be impossible ?

If the external temperature is lower during the way, it would be necessary to wear thermic bodysuit, on the moon the temperature is not really inhospitable so that it allows to wear a la page clothing combined to designed artificial life support system, or eighteenth century Venetian clothing, for honoring the location and the history of our trip, and telling to the listeners up there, who we are and where we come from.

On board you can find entertainments for a pleasant trip, with circus shows, Caffe’ Concerto, feminine entertainment and popular dances. Delicious food and beverages will be served according to the recipes of our Bel Paese and its history and for reminding us our home while we spaceship away…

The passengers flying to the moon, need to consider the option of collapsing, exploding, hibernating, suffocating or different less painful deaths, because in this world of fantasy, there are no guaranties and the ending is constantly changing.

Departed! GO!

 

italy picc VIAGGIO NELLA LUNA

In dirigibile, verso la Luna!

Indossare gli scafandri!

Azionare il bruciatore!

Liberare le zavorre!

Aerostato in partenza per la Luna, tenersi forte!

Se il nostro Universo ha un diametro di 98miliardi di anni luce e se non è l'unico Universo possibile, ne conviene che la Luna con i suoi miseri 384.400km di distanza dalla Terra possa essere raggiunta agevolmente con un dirigibile.

È evidente che la respirazione dovrà essere coadiuvata da dispositivi meccanici.

E' evidente sia necessaria una buona dose di insana follia.

Ma dove siamo noi, che poggiamo i nostri piedi e le nostre vite, per un attimo, su una città antica che sorge sulle acque mobili di un tratto del Mare Nostrum, potrebbe esserci qualcosa di impossibile?

Se poi la temperatura esterna dovesse abbassarsi durante il tragitto richiedendo particolari tute termiche, altrettanto e' noto che sulla Luna il clima non sia poi così ostile, tanto da concedere un abbigliamento à la page da abbinare al design dei respiratori artificiali, o settecentesco veneziano, per onorare il luogo e la storia dell'origine del nostro viaggio e raccontare, a chi ci accoglierà, lassù, chi siamo e da dove veniamo...

A bordo troverete divertimenti tali da trascorrere piacevolmente il viaggio con spettacoli circensi, Caffè Concerto, intrattenimenti al femminile e danze di società. Saranno servite deliziose vivande e bevande, secondo le istruzioni della più nota tradizione del nostro Bel Paese e della sua Storia, per ricordarci un po' di Casa mentre andiamo via...

E se è vero quanto espresso, lo è altrettanto la sua non verificabilità.

Preghiamo quindi i passeggeri che intendessero affrontare il viaggio sulla Luna di considerare l'ipotesi di precipitare, esplodere, ibernarsi, soffocare e altre più o meno dolorose cause di dipartita, che' qui, nella Fantasia, non ci sono garanzie e il finale cambia di continuo.

Partiti! Via!

 

 

Go to top